scoltaheader
aradio
Scolte in streaming
Server Europe (GMC+1 )
Server Argjentine (GMC -4 )
Server Canada (GMC -7)
Server Australie (GMC - 16)

L’inviament di une riflession in cont des elezions europeanis dai 25 di Mai e plui in gjenerâl de situazion de Europe. Cu la partecipazion, adun cun Mauro Missana e cun Marco Stolfo, di Claudio Cressati, titolâr de catedre Jean Monnet in Guvier e politichis de Union europeane te Universitât dal Friûl e president de Academie europeiste dal Friûl-VJ, di Renato Damiani, vicepresident de Cjase pe Europe di Glemone che di resint al à dât fûr il libri ‘Impariamo l’Europa’, e di Stefano Lusa, responsabil programs gjornalistics di Radio Capodistria.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

(se al covente: link par discjamâ il libri Impariamo l’Europa, http://casaxeuropa.org/wp-content/uploads/2014/02/IMPARIAMO-LEUROPA-WEB_OK.pdf)

 

scoltafooter
scoltaheader

è necessario cambiare rotta

Una prima analisi su finanziaria 2014 e politiche linguistiche per il friulano

 

Il Comitât – Odbor – Komitaat – Comitato 482 è nato e opera da oltre un decennio per difendere i diritti linguistici delle diverse comunità minorizzate del Friuli ed è costituito da realtà associative rappresentative di tali comunità e da singoli cittadini. Poiché sia la comunità slovena del Friuli – Venezia Giulia, sia le comunità di lingua tedesca sono dotate di organismi rappresentativi che includono o danno voce anche alle posizioni dell’associazionismo, crediamo più utile in questa occasione dedicare la nostra attenzione prevalentemente alle politiche linguistiche per il friulano. Il seguente comunicato propone dunque un’analisi sulle politiche linguistiche attuate fino a oggi dalla nuova Amministrazione regionale e, in particolare, sulle risorse finanziarie messe a disposizione per la lingua friulana nella legge finanziarie per il 2014 da poco approvata dalla Giunta Serracchiani e in attesa dell’approvazione definitiva da parte del Consiglio regionale.

Politiche linguistiche per il friulano: per ora solo un preoccupante immobilismo

È necessario partire da una considerazione: l’attuale Amministrazione ha ricevuto una difficile eredità dal precedente Governo regionale in tema di politiche linguistiche per il friulano. Ciò nonostante non si può non evidenziare come in sei mesi di attività si sia assistito su questo fronte a un immobilismo quasi totale anche nel caso di provvedimenti che avrebbero potuto essere attuati in tempi brevi.

Il riferimento principale da cui partire rimane la legge regionale 29/2007 che avrebbe dovuto dare piena attuazione per quanto riguarda la lingua friulana ai principi e ai precetti previsti dalla legge statale 482/99. Per la sua attuazione però rimane ancora molto da fare. Per fare solo un esempio, basti ricordare che manca ancora il regolamento per la certificazione linguistica (strumento indispensabile per garantire la qualità dei servizi linguistici offerti da parte del personale in servizio nelle amministrazioni pubbliche e nelle scuole) la cui bozza è già stata predisposta dall’ARLeF, ma non è stata ancora approvata dalla Regione. La stessa Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, tra l’altro, sta ancora attendendo il rinnovamento dei suoi vertici direttivi e si ritrova in una situazione di stallo istituzionale che non solo è imbarazzante, ma alimenta una reciproca ed evidente sfiducia tra ARLeF stessa e Amministrazione regionale. Ciò per altro blocca anche l’approvazione tanto del Piano Generale di Politica Linguistica quinquennale, quanto dei Piani con le priorità d’intervento per raggiungere gli obiettivi annuali e dei Piani Speciali di Politica Linguistica.

Sul fronte dell’associazionismo, invece, è certamente positiva la decisione di aumentare in finanziaria le risorse per i soggetti ritenuti di primaria importanza per la promozione della lingua friulana, ma ancora una volta – in perfetta continuità con quanto visto durante l’Amministrazione Tondo – l’assegnazione dei fondi viene attuata senza alcun criterio oggettivo, nonostante la legge 29/2007 preveda esplicitamente che la Regione finanzi, in proporzione all’attività svolta, le realtà associative dotate di un’organizzazione e di una struttura stabile che svolgono un’attività qualificata e continuativa per la lingua friulana.

indenant »


Altris gnovis





scoltaheader

scoltaheader

 

L’inovâl de nassite de Patrie dal Friûl tant che entitât politiche e istituzionâl al ven ricuardât cun cetancj apontaments che a cjapin dentris presentazions di libris, leturis pai fruts, cunvignis, spetacui teatrâi, concierts e altris events. Ta chestis zornadis Radio Onde Furlane e da spazi a di un pocjis des iniziativis plui significativis inmaneadis pe Fieste dal Friûl e lis met a disposizion pe scolte ancje chi disot. Fevelâ dai apontaments pai 3 di Avrîl e devente però ancje la ocasion per resonâ sul Friûl di vuê e su chel di doman, tra progjets di autoguvier e stiçadis indipendentistis.

 

Fieste dal Friûl I:
Riflessions sul indipendentisim venit e chel furlan cun Walter Tomada (gjornalist e membri de ARLeF) e su la racuelte di firmis pe regjon Friûl, inmaneade di Onde Furlane tai agns ’80, cun Sergjo Venuti (ex president de Cooperative di Informazion Furlane)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Fieste dal Friûl II:
Il program da La Fieste dal Friûl 2014 cun Eugenio Busolini (Istitût ladin furlan Pre Checo Placerean), Renzo Balzan (Ladins dal Friûl/Union Scritôrs Furlans) e Marco Stolfo (gjornalist, Sportel pe lenghe furlane dal Comun di Udin)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Fieste dal Friûl III
Societât furlane, gnovis tecnologjiis, zovins e vecjos furlanisims cun Giorgio Jannis (semiolic, espert di comunicazion), Dree Tomasin (colaboradôr di Onde Furlane, volontari servizi civîl Filologjiche Furlane), Pieri Fontanin (president de Provincie di Udin)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Fieste dal Friûl IV
Presentazion di Jonas (ed. Kappa Vu) cul autôr Luca De Clara

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Fieste dal Friûl V
Presentazion di L’altra regola del gioco (ed. Zandonai) cul autôr Hans Kitzmueller

 

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


Fieste dal Friûl VI
Presentazion di Contis di ‘Sef Mulinâr (ed. SFF) cul autôr Stefano Morandini

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Babêl Europe, a cure di Marc Stolfo
Fiestis, musichis, cjançons, imnis des nazions cence stât in Europe

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

indenant »

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

scoltaheader
scoltaheader
scoltaheader
scoltaheader
Bruno Pizzul in cjamp par Onde Furlane

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Gnove iniziative par judâ Onde Furlane.

Cun di fat, di lunis ai 11 di Març su lis frecuencis de radio si pues scoltâ une vôs pardabon speciâl, chê di Bruno Pizzul, il gjornalist sportîf furlan plui innomenât, che al à acetât l’invît de associazion Lenghis dal Drâc – Amîs di Onde Furlane par partecipâ ae gnove campagne par jentrâ inte associazion e dâ cussì une man a Onde Furlane.

Intal messaç, che al ven dât fûr ancje sot forme di video disponibil sul nestri sît e su YouTube, Pizzul si presente cu la sô muse plui cognossude, chê dal cronist sportîf che ae fin de radiocronache di une partide al indrece a ducj chest invît: «Segnait un gol pe vuestre tiere! Fasêt come me: dait une man a Onde Furlane».

Un invît duncje a judâ la radio colpide ancjemò une volte dai tais decidûts de aministrazion regjonâl e de mancjance di une politiche linguistiche serie pal furlan.

Par “segnâ un gol” par Onde Furlane baste duncje notâsi a Lenghis dal Drâc – Amîs di Onde Furlane o ancje donâ ae associazion il 5 x 1000 cu la declarazion dai redits cemût che si spieghe plui in detai ta cheste pagjine dal nestri sît: www.ondefurlane.eu/amis.

 


scoltaheader


footer